1.5.21

Nuovi supporti!


 

Ecco trenta nuovi supporti che diventeranno altrettanti nuovi cartelli divulgativi sulla flora, sulla fauna e sulle storie del Sentiero di Palliccio!

23.2.21

Sto preparando un percorso meno faticoso!


 

Giornate dedicate alla manutenzione del Sentiero di Palliccio.

Fra qualche giorno la parte con la salita più ripida e scivolosa verrà sostituita da un altro percorso meno faticoso; l'obiettivo è quello di rendere il Sentiero usufruibile anche da chi è meno allenato.

A seguire, rifacimento completo della cartellonistica didattica e delle frecce che indicano la direzione.

6.9.20

Sentiero temporaneamente chiuso

Per alcuni importanti lavori di manutenzione straordinaria, che si protraggono da tempo e che spero di terminare entro la fine dell'anno, il Sentiero è temporaneamente chiuso.

5.9.19

Lavori di manutenzione straordinaria

A partire da settembre 2019 e per alcune settimane, avranno luogo interventi di manutenzione straordinaria lungo tutta l'area del Sentiero di Palliccio.
Alcune parti di esso potrebbero non essere accessibili.
Per informazioni aggiornate: tel 3381127340 o whatsapp 3428784501.

30.7.18

I bambini e le bambine Saharawi al Sentiero


Un gruppo di una decina di bambini e bambine Saharawi ha trascorso ieri con alcuni accompagnatori una giornata spensierata presso la Foresteria del Sentiero di Palliccio.

La finalità del programma "Piccoli Ambasciatori di Pace" è di realizzare sul territorio nazionale italiano l'accoglienza estiva di bambini e bambine provenienti dai campi profughi Saharawi e permettere loro di essere testimoni della causa del proprio popolo.

Durante il periodo di permanenza, con i loro accompagnatori, vengono tra le altre cose sottoposti ad un accurato controllo del loro stato di salute.
Il soggiorno estivo sta avvenendo presso strutture di accoglienza di diversi comuni del Lazio.

I Saharawi vivono dal 1975 divisi tra i territori occupati dal Marocco e i campi profugi di Tindouf (Algeria). Nel 1982 il Marocco ha iniziato la costruzione di un muro di sabbia di più di di duemila km renendolo zona militare con bunker, fossati e campi minati, con l'obiettivo di proteggere il territorio occupato.

Nei giorni scorsi i bambini e le bambine sono stati ricevuti dalla Regione Lazio e dalla Camera dei Deputati, dove hanno incontrato il presidente Fico.

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno contribuito a rendere piacevole questa giornata.